eliok2
emy4

Elisa Dallamora

Un cuore diviso a metà tra la Romagna, regione in cui sono nata e cresciuta, e la Toscana, dove ho frequentato l’ISIA di Firenze e dove attualmente vivo; una formazione in Disegno Industriale e Comunicazione e una curiosità innata per tutto ciò che è creatività applicata al quotidiano: sono queste le coordinate da cui inizia il mio percorso.
Dai tempi dell’università, periodo in cui incontro Emanuela, mi tuffo con entusiasmo nel mondo del lavoro: le esperienze sono proficue e soprattutto la collaborazione con Gp Studios, nel settore del turismo, mi permette di sperimentare da subito l’efficacia di progetti di comunicazione a 360°. Finita l’università, con l’irrefrenabile voglia di mettermi alla prova e il desiderio di affermarmi in questo settore, partono da subito le collaborazioni in vari settori: moda, ristorazione, retail e editoria, prosegue infatti da oltre dieci anni il rapporto con la sede italiana della Oxford University Press, casa editrice di riferimento per le scuole.
Nel 2008, dopo sette anni di attività come freelance, la passione per la grafica e il web trova piena espressione in Tadà Design, esperienza che prosegue tutt’ora con entusiasmo perché fatta di amicizia prima di tutto.

Emanuela Stanganelli

Nata a Firenze nel secolo scorso dove attualmente vivo e lavoro. Il percorso di studi dopo la scuola dell’obbligo prosegue col Liceo Artistico e si conclude con l’ISIA di Urbino nel 2000. Nel nuovo millennio mi affaccio così nel mondo del lavoro, incuriosita da diversi linguaggi di comunicazione, collaboro sia con studi di grafica, sia con studi di post-produzione video, spaziando quindi in vari settori: moda, aziende farmaceutiche, enti comunali, rassegne culturali, case editrici (Art Direction di Bell’Italia – edizione americana).
La sperimentazione continua mi porta a far confluire le esperienze passate in un progetto personale insieme alla mia fidata compagna d’avventura Elisa. Nasce così nel 2008 Tadà Design.
Dal 2009 insegno alla Scuola Internazionale di Comics.
E dal 2015 allo IED di Firenze.
La progettazione grafica ha una grande responsabilità: ha il compito riuscire ad esprimere in modo coerente e incisivo il valore delle cose, la sostanza e il contenuto di ciò che si vuole comunicare. E per farlo deve trovare il giusto equilibrio tra comunicazione visiva e ricerca artistica.
Come diceva il mio maestro Massimo Dolcini: “Se non c’è tensione, c’è decorazione.”